Browse

Archivi e archivistica in Italia

DC Field Value Language
dc.contributor.authorAndrea, Giorgi-
dc.date.accessioned2010-05-07T04:38:40Z-
dc.date.available2010-05-07T04:38:40Z-
dc.date.issued2009-06-
dc.identifier.citation奎章閣, Vol.34, pp. 129-136-
dc.identifier.issn1975-6283-
dc.identifier.urihttp://hdl.handle.net/10371/64696-
dc.description.abstractNulla si e conservato di tutto il materiale archivistico prodotto nell’antichita in

territori facenti oggi parte del nostro Paese: basti pensare alla dispersione degli archivi

di Roma antica, che pur sono noti nella loro formazione, struttura ed evoluzione grazie

a studi condotti su fonti parallele (giuridiche, archeologiche, letterarie ecc.)

Tranne qualche frammento documentario pervenuto per via archeologica, la

documentazione archivistica piu antica conservata in Italia, come in gran parte

dell’Europa occidentale, risale quindi all’eta medievale. Dai primi decenni dell’VIII

secolo, attraverso gli ultimi decenni del Regno longobardo, l’eta carolingia, il dominio

degli Ottoni e degli altri imperatori germanici, sino agli albori della civilta comunale,

sono solo alcune migliaia i documenti in pergamena, quasi tutti di provenienza

ecclesiastica, ancor oggi custoditi negli archivi italiani.
-
dc.language.isoit-
dc.publisher서울대학교 규장각한국학연구원-
dc.titleArchivi e archivistica in Italia-
dc.typeSNU Journal-
dc.citation.journaltitle奎章閣-
dc.citation.endpage136-
dc.citation.pages129-136-
dc.citation.startpage129-
dc.citation.volume34-
Appears in Collections:
Kyujanggak Institute for Korean Studies (규장각한국학연구원)규장각규장각 (奎章閣) vol.34 (2009)
Files in This Item:
  • mendeley

Items in S-Space are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.

Browse